Borgia: quella dell’auto-sospensione non è altro che l’ennesima bizzarra trovata dell’opposizione

0
1070
Francesco Fusto
Francesco Fusto, sindaco di Borgia

I consiglieri della minoranza si autosospendono? Per quale motivo l’avrebbero fatto? In segno di protesta per presunto ostruzionismo ai loro danni? Niente di più falso! Non sarà, piuttosto, l’ultima bizzarra trovata dei consiglieri di opposizione al Comune di Borgia, suggerita magari da qualche “consigliere-legale di fiducia”, tesa a confondere le acque per celare una palese inconsistenza? A giudicare da quanto avvenuto sinora, sembra che le cose stiano proprio così.

Dall’inizio della Consiliatura ad oggi, come hanno più volte avuto modo di mettere in evidenza tutti gli appartenenti alla maggioranza, dall’opposizione mai uno straccio di seria e concreta proposta in favore della città e dei borgesi tutti. Non solo! Da allora in poi, anzi, mai un confronto reale e concreto, nonché leale, su alcuna questione. Altro che impossibilità a svolgere il proprio ruolo! Qui è il caso di parlare di incapacità.
Contrariamente a quanto afferma – ha chiosato il sindaco Fusto – l’opposizione ha sempre avuto risposta ad ogni quesito o dubbio rappresentato, scritto o orale che fosse, nel modo più appropriato, ovvero per iscritto o nella sede naturale, cioè in Consiglio. Così come hanno sempre avuto accesso a qualunque atto, se e quando richiesto.

Inoltre, come potrebbero non avere risposte o accesso agli atti, quando pare che uno di loro è sistematicamente presente nelle stanze dell’Ufficio tecnico ed è pertanto informatissimo su tutto ciò che attiene quel settore.
Un altro di loro, poi, è molto spesso “dietro al computer” di qualcuno dei dipendenti comunali di questo o quel settore e ne fa (abusando?) costantemente uso. Ecco perché affermare di non aver avuto risposte, è assolutamente falso. Ed ecco, ancora, perché questo della autosospensione è un comportamento ai limiti del grottesco. È giunta l’ora – ha proseguito il primo cittadino- di smetterla con tutta questa ipocrisia.
Ammettano, piuttosto, la propria mancanza di volontà, se non addirittura l’inadeguatezza a svolgere il proprio ruolo.

Noi della maggioranza, sin dal momento dell’insediamento, abbiamo sempre operato con la massima trasparenza e con l’unico interesse di perseguire il bene di Borgia e dei suoi abitanti. Ci auguriamo – ha concluso il sindaco – che questo assurdo comportamento, che sta assumendo i connotati della farsa, abbia al più presto fine per consentire di utilizzare, senza distrazioni per la maggioranza al governo ed infingimenti per l’opposizione, tutte le risorse e tutte le energie disponibili, per l’unico motivo per il quale occupiamo i rispettivi ruoli: lo sviluppo della città e il benessere dei cittadini.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.