C.A.O.S. dona saturimetro e tv alla Pediatria ospedaliera di Soverato.

0
1949
caos pediatria
I ragazzi di C.A.O.S. con il primario, Teresa Ciambrone (a destra)

*L’Asssociazione C.A.O.S. (Cittadinanza Attiva Obiettivo Soverato) ha consegnato al reparto di pediatria dell’ospedale di Soverato il ricavato della prima edizione del “Christams Carols – Il Concerto di Natale”, svoltosi il 21 dicembre dello scorso anno. Dopo mesi di titubanza e preoccupazione per le sorti dell’importante presidio soveratese C.A.O.S., sempre a stretto contatto con il personale del reparto, si è recato questa mattina in ospedale per donare un saturimetro, un televisore, un decoder e due telecomandi.

“In un momento di grande difficoltà del nostro reparto avere avuto vicino voi ragazzi, che siete il futuro, ci ha colmati di felicità,” è stato il ringraziamento del primario Teresa Ciambrone. “Dopo momenti in cui non si capiva quale fosse il nostro futuro, il reparto non verrà più chiuso. Vi abbiamo sentiti vicini e avete donato cose che sono molto utili come il saturimetro, indispensabile per la gestione del pronto soccorso pediatrico e dei neonati. E poi anche il televisore farà in modo che per i bambini il ricovero non sia solo terapie e difficoltà ma anche un momento di socializzazione”.

“Siamo felici di aver scelto questa causa e aver dato un contributo a una struttura in cui operano splendide persone al servizio della comunità e in particolare dei bambini”, commenta il presidente dell’associazione C.A.O.S. Giuseppino Basile. Aver appreso che il punto nascite dell’ospedale di Soverato rimarrà aperto conferma l’idea che l’attenzione verso i bambini è punto centrale per una comunità. A tal proposito mi colpisce una frase di Abraham Lincoln affissa su una parete del reparto: Un bambino è qualcuno che proseguirà ciò che voi avete intrapreso. Egli sederà nel posto in cui voi siete seduti e, quando ve ne sarete andati, dedicherà le sue cure alle questioni che voi oggi ritenete importanti… La sorte dell’umanità è nelle sue mani”.

“Dovere della collettività – prosegue Basile – è seguire le sorti del polo ospedaliero di Soverato condizionando le scelte operate dagli enti preposti. Una struttura fondamentale a mantenere alto il livello della qualità della vita di tutto il comprensorio soveratese e non solo”.

C.A.O.S. ringrazia tutti coloro hanno reso possibile questa donazione. Un sentito grazie va dunque agli artisti che preso parte allo spettacolo; nello specifico i maestri Azzurra Montesano e Vincenzo Ferraina, il dottor Giosuè Masciari e il figlio Giuseppe, Ernesto Schinella, i DejaVu, Maria Carmen Mendolia, Lucy Teti e la band del Centro formazione Musica di Soverato. Un grazie anche a Rossella Galati, presentatrice dell’evento, all’amministrazione comunale per la collaborazione e agli sponsor. Ma il ringraziamento più sentito va al numeroso pubblico che con la sua partecipazione e generosità ha permesso all’associazione di poter fare questo bellissimo dono al reparto di pediatria dell’ospedale.

Le nostre attività non si fermano qui. Il prossimo appuntamento sarà per la seconda edizione del Christmas Carols, giorno 16 dicembre al teatro Comunale di Soverato. Una serata organizzata in collaborazione con il Circolo ACLI Città del Vento – Laboratorio Sociale e la Federazione Anziani e Pensionati ACLI, in cui avremo il piacere di ospitare l’Orchestra Giovanile Magna Grecia (Don Milani Crotone – Gioacchino Da Fiore Isola Capo Rizzuto).

*comunicato stampa C.A.O.S.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.