Campo Ippica: martedì riprendono i lavori. E a fine mese pronto il nuovo lungomare

0
2470
Palazzo di città
Palazzo di città

consiglioPrimo consiglio comunale “vero”, nel senso di confronto tra maggioranza e opposizione, quasi tutto incentrato sul restyling della zona lungomare di Soverato. Un restyling che sulla carta, finanziato con i fondi europei per i pisl, avrebbe dovuto rendere più belli, ordinati e godibili da residenti e turisti due luoghi simbolo della cittadina jonica: il campo “Nunzio Marino” conosciuto da tante generazioni di piccoli e grandi calciatori come “Ippica”, e il lungomare che dal lato sud si snoda fino al confine con Satriano, dove un giorno dovrebbe sorgere il porticciolo turistico. Nella realtà entrambi i progetti, per irregolarità e ostacoli vari di tipo amministrativo, si sono rivelati due cul de sac di pasticci e lungaggini dai quali l’amministrazione Alecci, che in qualche modo ci si era infilata, prova ora a uscire.

Martedì riprenderanno i lavori al campo Nunzio Marino, perché tanto la soprintendenza ai beni paesaggistici e ambientali quanto il dipartimento Ambiente della Regione hanno dato parere positivo alla variante in sanatoria”, ha annunciato Daniele Vacca, assessore ai lavori pubblici, sollecitato da un’interrogazione di Salvatore Riccio (gruppo misto). Vacca ha annunciato che l’impatto visivo dell’opera sarà mitigato, e che sarà anche recuperato il 50% dell’importo dei lavori, con buona pace di comitati spontanei di cittadini e ambientalisti che avevano protestato per l’impatto ambientale e paesaggistico del manufatto in cemento. Un’operazione che comunque non convince la minoranza.

Annuncio sin d’ora una battaglia anche come segretario del Pd perché questo storico polmone sociale e sportivo di Soverato deve rimanere libero”, ha esclamato Francesco Severino (Pd-Oltre), critico con la prospettiva dell’affidamento del nuovo campo di calciotto, quando sarà consegnato, a un’associazione che lo gestirà facendo pagare il biglietto agli utenti. In proposito il sindaco Ernesto Alecci ha sottolineato che alcune fasce orarie rimarranno gratuite per consentire ai ragazzi che non possono permetterselo di fruire del campo. E se l’evoluzione dei lavori all’Ippica sicuramente sarà terreno di scontro, la gara per l’aggiudicazione del progetto esecutivo del waterfront ha scatenato in aula momenti di tensione e qualche tono acceso sedato dal maresciallo Giuseppe Di Cello.

consiglioVacca ha innanzitutto annunciato che il primo stralcio con la prosecuzione del lungomare è quasi completato e sarà inaugurato a fine mese. Il secondo stralcio, con gli interventi sulla villa comunale e sul tratto di lungomare che supporterà (forse) il futuro porto turistico, finanziato per 2,7 milioni di euro, dovrebbe essere aggiudicato già a fine luglio. Con l’idea di iniziare i lavori a settembre e riuscire a chiudere in tempo per gli standard dettati dall’Unione europea, o in alternativa prevedere una proroga. Un’agenda che per l’amministrazione rappresenta una sfida importante, ma che per la minoranza è invece un azzardo ingiustificato. “Non c’è un solo requisito tra quelli previsti dalla legge 241 sulla revoca di un atto amministrativo, quindi mi chiedo su quale scorta avete annullato la delibera commissariale che aveva bloccato la gara”, ha chiesto Giulio Moraca, ventilando anche criticità segnalate da qualche progettista alla Procura, nonché forte scetticismo sul rispetto della scadenza del 31 dicembre per eseguire i lavori. E se i toni si sono via via scaldati, alla fine il presidente Francesco Matozzo, alla sua prima prova, è riuscito a contenerli all’interno di un confronto civile e proseguire la seduta approvando le indennità di sindaco e amministratori (che restano uguali allo scorso anno), e il nuovo assetto di fiere, commercio itinerante ed eventi sul lungomare, con una nuova zona commerciale all’interno della Villa comunale, esposto dal vicesindaco Pietro Matacera.

Teresa Pittelli

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.