Soverato, in 5 mila per Fedez&J-Ax, la calma fuori dall’arena, la dedica a Stefano (foto e video)…

0
6437

“Ciao Soverato! Come state? In pochi lo sanno ma io sono partito proprio da questo posto, e sono felice di tornarci oggi dopo tante gioie e dolori”. L’esordio atteso dai cinquemila della Summer Arena, soprattutto teenagers, alcuni dei quali qui ormai da quindici ore pur di conquistare il sottopalco, è un boato di urla e mani alzate. Che aumentano quando Fedez dedica il primo pezzo, Generazione boh, a Stefano Errigo, “un ragazzo che doveva essere qui stasera ma non ce l’ha fatta”. A ricordare Stefano ci aveva pensato pochi minuti prima, nell’introduzione al concerto by Rossella Galati, il sindaco di Soverato Ernesto Alecci, comparso sul palco in camicia bianca e figlioletta per mano ad aprire ufficialmente la Summer Arena.

Fedez e J Ax con i Pitagora d'argento del maestro Michele Affidato
Fedez e J Ax con i Pitagora d’argento del maestro Michele Affidato

Fedez ha tenuto banco insieme alle sue girl-band Paola Caridi, batterista, Paola Zadra al basso e Vivian Grillo alla voce, facendo alzare mani e urla al cielo con “Pensavo fosse amore e invece”, “Olivia Oil”, “Non c’è due senza trash”, “Alfonso Signorini”, “Faccio brutto”,  “Ti porto con me”. Non sono mancati, tra gli altri, i brani delle celebri collaborazioni come “L’amore eternit” (Noemi), “Magnifico” e  “Cigno nero” (Francesca Michielin), “Beautiful disaster” (Mika). A far esplodere l’arena è quindi arrivato, alle 11 passate, il turno di “Vorrei ma non posto” che ha segnato il passaggio del testimone a J-Ax.

Anche per lui un ritorno a Soverato, dopo esserci stato in concerto nel 2004 con gli Fedez J-AxArticolo 31. J-Ax ha omaggiato la terra calabra con una calabrisella “rap n’roll”, e poi vai con “Sopra la media”, “Miss & Mr. Hyde”, “Spirale ovale”, “Domani smetto”, “Meglio prima”, “L’uomo col cappello”, “Il bello d’esser brutti”, “Uno di quei giorni”, “The pub song”, “+ Stile”, “Ohi Maria” e “Maria Salvador”, col pubblico sceso dalle tribune fin sotto il palco. La chiusura con il ritorno sul palco di Fedez, e sulle note di “Vorrei ma non posto”, quasi all’una di notte, i ringraziamenti per la serata.  «Ci avete trasmesso tanto, proprio una bella festa e ci stiamo divertendo insieme», ha detto J-Ax, prima di raccontare: «Ci piace fare cose diverse e ci siamo detti: facciamo una data in Calabria, perché sempre Roma o Milano?». Poi l’annuncio: «Ritorneremo per la tournée del prossimo anno, ne siamo sicuri. Lo show lo faremo insieme con tutti i brani nuovi. Grazie per averci fatto sentire a casa in una terra fantastica, incredibile».

Grande calma fuori dall’arena, dove le temute “muraglie umane” non ci sono state: solo gruppetti di persone che volevano ascoltare il concerto da fuori, seduti su muretti e marciapiedi, in una tranquillità gestita da un imponente spiegamento di forze di polizia, carabinieri della stazione e della compagnia di Soverato, vigili del fuoco e vigili urbani. Attraverso un sistema di transenne sono stati creati serpentoni su via Colombo che hanno reso semplice tanto l’ingresso quanto il deflusso delle persone, senza mai un minuto di ressa, tanto che all’interno dell’area c’erano tantissimi bambini anche piccoli. “Dopo settimane di sforzi e riunioni continue con le forze dell’ordine regna la serenità, siamo felici, è una serata storica”, commenta a caldo il sindaco Alecci con L’Esuberante.it, mentre il comandante dei carabinieri Saverio Sica, insieme al maresciallo Giuseppe Di Cello, entrambi impegnati sul campo dalle prima luci del mattino, confermano il pressing di riunioni e pianificazione scrupolosa in ogni dettaglio dell’ordine pubblico.

Soddisfatto Maurzio Senese, che con la sua EmmeEsse musica ha organizzato e prodotto l’evento. Il promoter ha sottolineato il fatto che il 70% dei 4.900 biglietti venduti sia stato acquistato fuori dalla Calabria, e che quindi il successo di Soverato è anche l’aver portato un po’ di tutta l’Italia qui all’Arena. E forte dell’entusiasmo Senese si è già augurato “che la Summer Arena si possa istituzionalizzare come manifestazione stabile di Soverato”. Questi gli aspetti positivi di una bella serata di musica. Il resto si vedrà.

Teresa Pittelli

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.