Ospedale dei pupazzi, il nuovo progetto del Sims arriva a Catanzaro

0
1440
ospedale dei pupazzi

Bambini da oggi non avrete più paura del dottore grazie all’Ospedale dei pupazzi! Ebbene si, l’Ospedale dei pupazzi è un progetto del SIMS (Segretariato Italiano Studenti in Medicina) che è attivo da qualche anno in varie sedi sparse in tutta la penisola e con grande gioia per tutti i bambini a partire da quest’anno, anche nella sede di Catanzaro.

ospedalepupazziIl progetto si propone di far entrare in contatto il bambino tra i 2 e gli 8 anni con le più comuni pratiche mediche e con tutto il mondo sanitario (ospedale, personale e strumentistica ambulatoriale) attraverso il gioco. Ha come obiettivo primario di abbattere la barriera che s’instaura tra il medico ed il bambino diminuendo di fatto lo stress che porta il famoso camice bianco che tanto intimorisce. Lo studente in Medicina diventa la chiave di questo processo in quanto il bambino diventa in questo caso genitore ed il pupazzo suo figlio grazie al principio del “transfert”. In questo modo si riesce, in maniera giocosa, a superare tutte le paure che possono esistere nell’ambiente in un contesto sanitario.

Di solito viene svolto in un ambiente scolastico come asili e scuole elementari ma lo troviamo anche in piazze o centri commerciali. Quest’anno quindi la sede locale del SISM di Catanzaro, grazie all’impegno della pupazzografoCoordinatrice locale del progetto, Silvia Sozzi, ha formato 25 studenti tramite una lezione di neuropsichiatria infantile (tenuta dalla prof.ssa Marotta), una lezione di pediatria (tenuta dal prof. Miniero) e una giornata di training in cui si sono svolte numerose attività finalizzate al miglioramento delle competenze, soprattutto nell’ambito della comunicazione, oltre a numerose simulazioni. La prima attività che si è svolta è stata una mattinata (giorno 17 maggio) presso l’asilo nido di Catanzaro Lido “Il Girotondo”. I bambini hanno portato i loro pupazzi, accompagnandoli in tutto l’iter diagnostico.

Il 21 maggio invece altra importante tappa al parco commerciale Le Fontane, dalle ore 10.00 alle 20.00. La giornata è stata un vero successo, dove sono stati curati i pupazzi di più di 100 bambini, i quali si sono dimostrati felici e soddisfatti, al pari dei genitori. Chi era sprovvisto del pupazzo poteva scegliere tra una vasta gamma di peluche forniti da gli organizzatori.

L’ Ospedale dei pupazzi di Catanzaro è  composto da:

medici-pupazzi-accettazione: la prima fase dell’iter, in cui si compila il “libretto sanitario” del pupazzo, con una serie di informazioni che vanno dal nome, all’età,  ai sintomi.

-pupazzologia medica: ossia medicina generale, dove al pupazzo viene misurata la pressione, la febbre, ecc..

-radiologia pupazzologica: il pupazzo viene sottoposto ad ecografia o risonanza magnetica, tutti strumenti rigorosamente realizzati a mano dagli studenti/ dottori “pupazzologi”

-chirurgia pupazzologica;

-farmacia pupazzologica: dove l’iter viene completato con la prescrizione del giusto farmaco, come “vomito stop” o “abbassa febbre”.

Come in un vero ospedale si lavora tutti insieme con il fine ultimo di fornire un buon servizio con professionalità anche ai più piccoli. Ovviamente si tratta di attività di volontariato da parte di tutti gli studenti.

Giuseppe Cilurzo

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.