“Qui a Crotone ci ammaliamo tutti di tumore”. La lettera di Davide, 20 anni, riscuote solidarietà da tutta Italia

0
1126
La lettera di Davide Mellace

“Mi chiamo Davide Mellace, ho venti anni e sono di Crotone, la Terra dei veleni. Qui la gente si ammala in continuazione di tumore e molta muore, soprattutto bimbi con leucemie. A Crotone sono state scaricate illegalmente 350 mila tonnellate di rifiuti tossici. Nella mia famiglia mio padre ha avuto il linfoma di Hodgkin, mia cugina anche. E due anni fa mia madre un tumore al seno. Io sono stanco. Come è stanca la gente crotonese di sentire: “Hai visto Antonio? Ha un tumore!”. Non se ne può più. Mia madre qualche anno fa ha creato una pagina su Facebook chiamata Crotone ci mette la faccia dove ha postato una sua foto con un cartello in mano con scritto: “Sono Tina, ho 47 e sto lottando. Non voglio che i miei figli si ammalino di tumore”. Da lì a poco la pagina arriva a 19 mila mi piace e tantissime persone pubblicano foto con cartelli in mano ricordando i loro parenti defunti a causa del cancro o parlando in prima persona della loro malattia. Io ho venti anni e ho paura a vivere qui”.

Questa la lettera pubblicata su facebook da Davide, che ora sta commuovendo il web, dopo essere stata rilanciata ieri dal blog di Beppe Grillo, e scuotendo finalmente l’opinione pubblica su un problema del quale si parla molto poco. E scatta già la solidarietà di testimonial come Piero Pelù, che ha postato su fb “vogliamo chiarezza basta omertà” e i 99 Posse.  Non solo, sono in tantissimi i malati di altri territori “dei fuochi”, dalla Sardegna alla Campania, a farsi sentire per unire le forze e chiedere di fare luce su queste vicende con l’istituzione di un registro dei tumori e uno studio finalmente approfondito sulla relazione tra scarichi industriali, eco-mafie e aumento dell’incidenza di tumori nella popolazione. Una vicenda inquietante e gravissima che riguarda da vicino tutti noi. Intanto la pagina creata dalla mamma di Davide ha superato i 25 mila like.

(tp)

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.