Sabato grande esordio in casa per Futura Energia Soverato. Intervista al vicepresidente Rijillo

0
785

E’ finita l’attesa per la Futura Energia Soverato. Si parte per questa nuova avventura nel campionato di serie C2 girone B. Dopo il pareggio che è valso la qualificazione in Coppa Italia ai danni dell’Enotria per  4-4, i ragazzi di mister Catuogno sono concentrati e desiderosi di partire subito al massimo nella prima giornata di campionato, che dopo la compilazione dei calendari vedrà i cavallucci marini affrontare la squadra del Polistena calcio a 5, ripescata  dopo la retrocessione nella passata stagione. In questo girone il tasso tecnico delle squadre sarà decisamente aumentato in quanto le squadre nuove che si presentano ai nastri di partenza sono ben otto.  La magnifica cavalcata dello scorso anno nella serie D che ha portato alla promozione in C2 sarà da stimolo per una crescita costante della squadra, con tutti gli ingredienti per mirare alla promozione diretta grazie a entusiasmo e voglia di vincere. Per capire come arrivano alla partita di sabato al Palascoppa, alle ore 17, abbiamo intervistato il vulcanico vicepresidente Rosario Rijillo, che con la sua disponibilità ci proietta verso quest’emozionante esordio.

Domanda. Il Soverato da calendario all’inizio sembra dover affrontare squadre sulla “carta” abbordabili.

Risposta. Non so se sono facili o meno. Leggendo su internet i vari siti che si occupano di calcio a 5 come Catanzaro dilettanti o Calabriafutsal, che hanno stilato classifiche che ci pongono come favoriti, dovremmo essere tranquilli. Ma questo è il nostro primo anno e cerchiamo di rispettare tutte le compagini che affronteremo, sempre lottando, consapevoli che sarà dura soprattutto fuori casa, dove ci daranno filo da torcere e tutte giocheranno a mille per portare a casa i tre punti”. Oltre al Soverato ci saranno il Rosarno, il  Futsal Polistena come favorite, ma saranno tutte difficili e tutte con il nostro obiettivo: vincere il campionato.

D. Com’è la condizione della squadra?

R. L’’unico infortunato è Cortese del quale attendiamo con ansia i risultati clinici che arriveranno tra pochi giorni, sperando non sia niente di grave anche se la sua presenza come carisma, ma soprattutto il lato tecnico, mancherebbe molto essendo il perno della difesa. Per quanto riguarda il calo di concentrazione avuto in Coppa Italia nel finale contro l’Enotria,sono tranquillo perché l’Enotria è squadra di categoria superiore e più attrezzata di noi. Colgo l’occasione per  augurare un grosso in bocca al lupo per il campionato composto da grandi persone come il mio grande amico Roberto Patruno portiere e vecchia conoscenza soveratese. Ma non mi preoccupo, perché il nostro mister Catuogno tiene tutti sulla corda e sicuramente li farà lavorare sulla fase difensiva per evitare che certi errori si ripetano.

D. C’è emozione a giocare in casa la prima partita?

R. Molta. Soprattutto per me che sono alla prima esperienza in questo campionato difficile. Poi c’è l’emozione di giocare in casa, dove il pubblico sarà veramente il sesto uomo e sono sicuro si ripeteranno le presenze avute contro l’Icaro dove c’erano circa 200 persone, fondamentali per noi. Ringraziandoli uno per uno ribadisco il concetto a caratteri cubitali: la Futura Energia è di Soverato, non la nostra, quindi tutti con il cuore lottiamo per ottenere il massimo e rappresentiamo tutta la città. Voglio anche spendere due parole ma significative sul mister Catuogno, un ragazzo che dopo i trascorsi su campi di calcio a 11 si è gettato a capofitto sul calcio a 5 con molto entusiasmo e professionalità. Gli va dato atto che è una persona che vuole migliorarsi ogni giorno informandosi sul mondo del Futsal e ha un grande potenziale. Spero che la squadra lo segua: solo così ci toglieremo tante soddisfazioni.

Giuseppe Cilurzo

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.