Scuole Soverato, fondi per Internet e attrezzature: ecco chi li avrà (e chi no).

0
1388
Foto www.techeconomy.it

Puntare sulla “scuola digitale” significa anche ottenere il cablaggio delle aule per accedere alla rete Internet in maniera sicura e veloce, grazie alla realizzazione, adeguamento o potenziamento delle reti. E sono in tanti infatti gli istituti del territorio che hanno partecipato ai finanziamenti europei del Programma operativo nazionale “Per la scuola – competenze e ambienti di apprendimento 2014-2020”, messi a disposizione del Ministero dell’istruzione proprio per raggiungere questo obiettivo. Istituti che secondo le graduatorie, pubblicate nelle scorse settimane sul sito del ministero, beneficeranno delle somme necessarie a realizzare il cablaggio. Puntando dritto a maggiori vantaggi per gli alunni e i docenti in termini di miglioramento di compentenze a ambienti di apprendimento.

Guardando a Soverato, risultano beneficiari l’istituto comprensivo Ugo Foscolo (scuola media di via Amirante più infanzia e primaria di via Castagna), che ottiene 15 mila euro;  c’è poi l’istituto tecnico tecnologico “Malafarina”, che beneficia di 7.500 euro perché aveva già avuto un precedente finanziamento, così come il liceo scientifico Guarasci, che ottiene quindi sempre 7.500 euro, e l’Istituto tecnico economico “Calabretta”. Cifra intera, infine, per l’Ipsseoa, l’istituto alberghiero cittadino. In graduatoria non compare invece l’istituto comprensivo “Soverato primo”, comprendente l’infanzia e le primarie di via Guarasci, via Olimpia e via Amirante, l’infanzia e la primaria di Satriano marina e la scuola media di Satriano centro. Anche vari istituti del comprensorio hanno chiesto e ottenuto i soldi per realizzazare/gestire in modo efficiente la rete Internet scolastica, da Chiaravalle a Guardavalle, da Squillace a Badolato, da Borgia a Girifalco. Ammontano a oltre 4,8 milioni di euro, nel complesso, le somme destinate alla Calabria per l’operazione.

Appena pubblicate, inoltre, le graduatorie per il pon “ambienti digitali”, destinato all’acquisto ad esempio di attrezzature tecnologiche come lavagne lim e tablet. La graduatoria degli oltre trecento progetti ammessi presentati dalle scuole calabresi include anche in questo caso l’Istituto comprensivo “Ugo Foscolo”, l’istituto alberghiero, il liceo scientifico “Guarasci” e gli istituti tecnici itt “Malfarina” e ite “Calabretta”, con un beneficio pari a 22 mila euro ciascuno (manca all’appello il circolo primo).

Progettare e gestire fondi Pon appare oggi importante, in tempi di (ingiusti) tagli agli stanziamenti statali, per rendere funzionali ed efficienti molti aspetti delle strutture così come delle discipline scolastiche, rispondendo anche all’esigenza sempre più sentita di approcci didattici innovativi e ambienti alternativi di apprendimento, digitali, laboratoriali e aperti a gruppi anche interclasse. Giusto quindi riconoscere l’impegno di chi si prodiga a questo scopo, anche in vista delle ulteriori misure in arrivo per la Calabria, nell’ambito della nuova programmazione 2014-2020, che interesseranno tutti gli ordini scolastici sia a livello di attività didattica che di attrezzature. E che sarebbero un’occasione da non perdere.

Teresa Pittelli

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

*