Soverato, Criaco e l’Ite in memoria di Carlo Mellea, presidente Osservatorio Falcone Borsellino

0
429
Carlo Mellea
Iniziative all'Ie in memoria di Carlo Mellea

Tra le iniziative organizzate da Carlo Mellea, presidente dell’Osservatorio Falcone Borsellino Scopelliti, recentemente scomparso, c’era la presentazione del libro di Gioacchino Criaco La Maligredi all’Istituto tecnico economico di Soverato il 28 marzo (Cz). Un’iniziativa che, tutt’altro che essere annullata, è stata invece ieri mattina proprio l’occasione per ricordare il presidente dell’Osservatorio Fbs, molto vivo nei ricordi dei relatori, tutti testimoni della sua tenacia, della sua passione per la cultura della legalità, della sua insistenza nell’organizzare iniziative e incontri coinvolgendo magistrati, scrittori e giornalisti, nell’andare avanti anche in condizioni non sempre facili.

E’ stata Susanna Perri, docente dell’istituto, a ricordare con parole intense e non di circostanza Carlo Mellea, “quel suo andamento lento ma deciso, quella sua insistenza nel telefonare, quel suo sentirsi a casa all’Ite”. E se è vero che a dargli manforte nelle presentazioni, manifestazioni, premiazioni (proprio all’Ite si ricorda il premio giornalistico Giancarlo Siani due anni fa ndr) sono stati scrittori, giornalisti, politici e magistrati calabresi e italiani tra i più eminenti, è anche vero che l’obiettivo numero uno di Mellea erano i ragazzi e i giovani, che cercava di coinvolgere attraverso un continuo dialogo con le scuole.

“Ragazzi rifiutate il metodo mafioso di obbedire a un capo e piegarvi al suo potere in cambio di soldi o lavoro perché la mafia vi presenterà il conto”, è stato sempre il suo messaggio alle giovani generazioni. Dopo un video con i momenti più rappresentativi della lunga missione di Mellea nella lotta alla mentalità mafiosa, a ricordare ciascuno dal suo punto di vista la figura di Carlo sono stati Federica Roccisano, ricercatrice e già assessore all’istruzione, Valerio Mazza, dirigente Ite, Arcangelo Badolati, caposervizio La Gazzetta del Sud da sempre vicino al presidente dell’Osservatorio, e Gioacchino Criaco, che nel suo nuovo libro La Maligredi racconta di una Calabria forte e ribelle, non solo asservita al potere ‘ndranghetistico ma capace – soprattutto con quella determinazione che passa dalle donne – di alzare la testa e guardare avanti.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.