Soverato, a fine giugno pronta spiaggia per cani in zona Glauco.

0
3930
spiaggia per cani

Operativa dal weekend del 18 giugno 2016 secondo l’obiettivo degli organizzatori la prima spiaggia per cani attrezzata e regolamentata di Soverato e del territorio ionico. Sorgerà nella striscia di spiaggia libera che si estende a sud del Glauco beach per circa 300 metri quadrati. Un’idea accolta da Costantino Chiefari, comproprietario del Glauco Beach, a lungo promossa da Francesco Cento, che quest’anno ne gestisce il ristorante e il bar, che ora diventerà realtà. Cento e Chiefari sono entrambi super-amanti dei cani e da tempo alla ricerca, come già qui anticipato lo scorso anno, di uno spazio “dove animali e padroni possano godere di mare, sole e servizi balneari – spiega Cento – senza subire sguardi di rimprovero o essere mandati via, come accade spesso nei lidi o nelle spiagge libere adiacenti”.

La data in cui tutto dovrebbe essere operativo e la zona di concessione le annuncia Chiefari, soddisfatto di lanciare La spiaggia di Thomas (dal nome del suo adorato bovaro del bernese scomparso due anni fa) “come una delle poche oasi per padroni e amanti dei cani di tutta la Calabria”. Ed ecco i dettagli dell’operazione: quattordici fraschiere in tutto con due lettini e lo spazio di un metro quadrato per il cane, la sua lettiera, docce e abbeveratoi per gli animali, che potranno entrare in spiaggia solo se microchippati e se si osservano le varie regole relative a pulizia e comportamento dettate dal lido; in spiaggia gli amici a quattro zampe potranno circolare al guinzaglio, mentre in acqua ovviamente saranno liberi, con apposite recinzioni sia in mare che in spiaggia per delimitare rigorosamente la loro area. Prezzi? “Gli stessi offerti ai clienti del Glauco beach, e quindi circa 22 euro al giorno”, conferma Chiefari.

Secondo Cento “le persone magari non si rendono conto che un cane che viene ammesso in un lido ed entra in acqua è pulito, non crea problemi e al contrario della nostra razza umana non farebbe mai i suoi bisogni in mare! A prevalere c’è scarsa informazione e sensibilità sull’argomento e paure quasi sempre infondate”, prosegue Cento, ricordando la sentenza del Tar Calabria 2014 secondo la quale è un diritto dell’animale e del suo padrone usufruire della spiaggia libera (i giudici calabresi avevano annullato un’ordinanza comunale che vietava l’ingresso ai cani).

“Grazie alla disponibilità di Costantino Chiefari, all’impegno e alla collaborazione dell’amministrazione comunale e dell’ufficio tecnico, Soverato avrà la prima spiaggia attrezzata per i cani, ulteriore prova da parte degli amministratori che vogliono dare tutti i servizi possibili che una cittadina turistica può e deve avere”, commenta Cento. “Sicuramente ci sarà chi criticherà il tutto, l’importante è che i nostri amici pelosi potranno essere portati in spiaggia”, conclude Cento, pensando anche a possibili fruitori delle spiagge cittadine contrari all’idea. Per adesso su facebook però a regnare è più l’entusiasmo di persone che si complimentano per l’iniziativa, con il monito dell’amante dei cani “numero uno” Serena Voci (che si occupa dell’ottimo canile comunale): “Spero che questa iniziativa sia compresa da tutti i “padroni” e soprattutto – raccomanda Serena – che si sappiano comportare”.

Teresa Pittelli

SHARE
Previous articleI due autobus delle Ferrovie incendiati a Girifalco
Next articleSoverato, nasce comitato per il sì. Pd tra i trascinatori.
Teresa Pittelli
Giornalista professionista, già redattrice di ItaliaOggi, ho collaborato con La Stampa, MF, Diario, CalabriaOra, Il Garantista, Regione Calabria. Moglie & mammax4, ho unito la professione-reporter e l'impegno familiare alla passione per le lettere e la letteratura. Obiettivo: offrire corretta informazione, confronto e racconto nei settori dell'istruzione (scuola e università) e della cultura.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.