Soverato, troppa sporcizia: in forse il mercatino di venerdì prossimo.

0
1567
mercatino

Mercatino di venerdì in forse per la settimana che si apre domani. Una decisione annunciata dal sindaco, Ernesto Alecci, a margine della conferenza stampa di sabato, e motivata dall’eccesso di spazzatura e sporcizia rimasta in strada nell’area mercatale venerdì scorso. Una circostanza che il sindaco addebita ai venditori ambulanti, i quali secondo quanto riferito dal primo cittadino non avrebbero rispettato gli accordi per conferire la differenziata nelle apposite isole ecologiche a loro destinate, una a nord e una all’ingresso sud della città.

“Chi vuole venire a vendere a Soverato deve lasciare la città più pulita di come la trova – ha esclamato il sindaco – per questo non è esclusa la decisione di non tenere il mercato venerdì 17″. Alecci ha lasciato aperto uno spiraglio annunciando che comunque domani si terrà insieme al vicesindaco con delega al commercio, Pietro Matacera, l’incontro con i rappresentanti sindacali degli ambulanti “ai quali sono state inviate – rileva il sindaco – le foto del disastro che hanno lasciato venerdì scorso”. A loro si rinnoverà una proposta di accordo per evitare che il problema si ripeta. Il venerdì precedente l’accordo già preso aveva tenuto abbastanza bene, sempre secondo quanto riferito dal sindaco, ma due giorni fa qualcosa invece è andato storto, e una mare di rifiuti ha ricoperto la pregiata area a ridosso del lungomare e della ex villa comunale, proprio alle soglie del weekend.

Le difficoltà sono anche dovute anche alla diminuzione degli operai preposti alla raccolta della spazzatura nell’area mercatale da parte della Mea, che con l’avvio della differenziata ridotto notevolmente gli addetti a questa funzione, destinati ora alla raccolta porta a porta. Una riduzione del servizio di spazzamento che sta pesando in questi giorni sulla città ed è sotto gli occhi di tutti; in proposito Alecci ha annunciato una rimodulazione del servizio in settimana, con una nuova ordinanza che sarà emanata a breve.

Isabelle Nieto

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.