Tutti insieme da Drosi…appassionatamente. Wanda Ferro “fa pace” con Enzo Bruno

0
1763
Presentazione Le vie del Riformismo di Michele Drosi

“Nella splendida cornice”, come direbbero schiere di cronisti e reporter pescando nel dizionario delle frasi fatte un po’ troppo gettonate, del Marina Blu di Montepaone (Cz), la presentazione del libro di Michele Drosi Le vie del riformismo è stata occasione di una storica reunion tra esponenti di centrodestra come Wanda Ferro, Michele Traversa e Mimmo Tallini insieme al centrosinistra di governo della Provincia con Enzo Bruno, presidente dell’ente e lo stesso Drosi, sindaco di Satriano e numero due del Pd provinciale. Un incontro moderato da Daniela Rabia, giornalista e scrittrice.

L’occasione è servita per mettere una pietra sopra alla querelle Bruno versus Ferro, che si erano scambiati comunicati non proprio affettuosi in tema di responsabilità e iniziative in merito al dissesto idrogeologico. “Querelle finita, anzi mai iniziata, perché la nostra discussione era solo un contributo reciproco a dimostrazione di quanto ci stia a cuore questo settore”, ha detto Bruno, mentre la Ferro spiegava che “è stata più che altro una difesa del ruolo che abbiamo ricoperto noi presidenti di Provincia contro Scopelliti e prima ancora Loiero per reclamare attenzione su questi aspetti”. Pace fatta, quindi, tra i due, nel nome di un “riformismo” declinato però diversamente. Se per Bruno occorre dare atto che per la prima volta c’è un governo che almeno prende in mano l’agenda delle riforme, e al quale il Presidente della Provincia ricorda le sue priorità (sanità, lavoro, legalità e dissesto idrogeologico), per la Ferro queste riforme andrebbero condivise ascoltando tutte le componenti sociali e politiche e non “cinque amici al bar”.

Da qui, poi, la “stoccata di Wanda” al governatore Mario Oliverio, che qualche giorno fa dalla stessa poltrona aveva esclamato: “Ritorno nel posto che mi ha portato fortuna”, riferendosi al confronto con lei l’anno scorso, poco prima delle elezioni regionali. “Una delle poche verità dette dal Governatore:  questo posto ha portato fortuna a lui, ma ne auguro altrettanta ai calabresi che ancora aspettano risposte”. Per il resto consensi bipartisan al libro di Drosi, con Bruno che ha parlato del sindaco di Satriano come di “una guida” al quale “si deve in buona parte se il Pd, fino a poco tempo fa commissariato, ora governa a tutti i livelli”.

“Un libro scritto non nell’interesse del Pd, ma per portare un contributo concreto di riflessione al dibattito pubblico attuale, parlando a quella parte della politica che crede nella forza del cambiamento per realizzare una democrazia compiuta”, ha detto Drosi ringraziando i presenti e coloro che hanno animato un vivace dibattito, tra i quali sindaci e amministratori del comprensorio (da Mario Migliarese, sindaco di Montepaone, a Ciccio Severino, consigliere comunale e segretario del Pd Soverato a Leo Procopio, sindaco di Montauro), giornalisti, compagni di viaggio e il suo editore, Aldo Primerano. A chiosare sul clima da “volemose bene” la moderatrice, che ha indicato ai presenti la “splendida luna” ricordando che però “il vero faro della serata sono state le parole di Michele Drosi, Wanda Ferro ed Enzo Bruno”.

(tp)

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.