Un calabrese tra i 50 più influenti del mondo secondo la rivista Fortune

0
1747
fortune
Domenico Lucano, sindaco di Riace. Foto: Fortune.com

Stamattina il quotidiano La Repubblica ha dedicato uno spazio in prima pagina al sindaco della cittadina calabrese di Riace (Rc) Domenico Lucano, considerato uno dei personaggi più influenti del mondo secondo la rivista americana Fortune. Fortune è una delle più autorevoli riviste al mondo nel ramo business pubblicata dalla Time group che quest’anno ha inserito al 40° postro su 50 del ranking di persone più influenti al mondo, al primo cittadino di Riace, Mimmo Lucano, e che tra l’altro è l’unico italiano di tutta la lista.

Riace è un piccolo paesino calabrese di poco più di duemila abitanti, che è rinato perchè è diventato centro d’accoglienza per migranti. Il primo cittadino ha trovato una soluzione allo spopolamento del posto offrendo alloggio e nuova vita alla città riaprendo laboratori di ceramica e tessitura, bar, panetterie e persino la scuola elementare. Ha avviato un programma di raccolta differenziata e ha assunto dei mediatori culturali per far funzionare un modello, che come scrive Fortune, “ha messo contro Lucano la mafia e lo Stato, ma è stato studiato come possibile soluzione alla crisi dei rifugiati in Europa”.

“Per questo, Lucano si è guadagnato il 40esimo posto nella classifica delle persone più influenti al mondo della rivista Fortune, fianco a fianco con Angela Merkel, papa Francesco e l’ad di Apple, Tim Cook – si legge nell’articolo pubblicato da La Repubblica -. In passato, aveva fatto innamorare un regista come Wim Wenders, che a Riace ha dedicato il film Il Volo”.

Lucano sostiene di essere “solo un sindaco che ci mette l’anima, nonostante le difficoltà di un territorio condizionato dalle mafie, da problemi economici, dalla disoccupazione e dall’isolamento istituzionale”. E anche dalla indifferenza: “Quando discutono di immigrazione in Regione neanche mi chiamano. Pensavo che il governatore Mario Oliverio sarebbe stato più aperto al confronto – sostiene Lucano – Oggi non riusciamo più a farci ascoltare”.

Sembra che solo ora che Lucano è diventato famoso a livello mondiale i politici calabresi mostrino il loro interesse. Il segretario regionale del Partito democratico calabrese, on. Ernesto Magorno, dopo aver appreso l’importante notizia che ha avuto ampio spazio sui giornali nazionali ha affermato che “l’indicazione da parte della rivista statunitense ‘Fortune’ del sindaco Mimmo Lucano tra i big mondiali ci riempie di orgoglio e ci stimola a fare sempre meglio, declinando la politica nella sua migliore accezione: come servizio al bene comune”. “Mimmo Lucano ha saputo mostrare al mondo, attraverso la buona amministrazione e la sua grande umanità, il lato migliore di una regione che vuole crescere e liberarsi dalle negatività che l’accompagnano da troppo tempo – dice ancora Magorno –, un aspetto marginale rispetto alle infinite potenzialità della sua terra e alla ricchezza del suo popolo. Il sindaco di Riace ha ricordato, prima di tutto ai calabresi, di essere stati migranti e di quanto l’immigrazione sia una grande opportunità di crescita e non una minaccia oscura da respingere oltre il mare. Per questo – conclude – Lucano merita un plauso, e prima ancora un ringraziamento”.

Lucano è stato anche un emigrante a Torino e a Roma, e assicura che tornare in Calabria è stata la scelta più difficile ma la voglia di tornare era troppo forte. “Questa esperienza, per quanto non pretenda di risolvere i problemi del Sud, dà un contributo. Dimostra – ha detto Lucano – che un altro modo di agire è possibile”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.