Universo Minori presenta il libro di Salvatore Filocamo il 9 marzo a Catanzaro

0
1344
voci e valori del mio tempo

L’Associazione “Universo Minori”, con la presidente Rita Tulelli, presenterà mercoledi 9 marzo alle ore 9:30, presso l’Istituto Professionale del Settore Industria ed Artigianato , il libro “Voci e valori del mio tempo” di Salvatore Filocamo.

Prenderanno parte all’evento la dirigente scolastica Francesca Bianco, l’assessore alla pubblica istruzione del Comune di Catanzaro Fabio Talarico, la presidente dell’Associazione “Universo Minori” Rita Tulelli, il curatore del libro Ugo Mollica, la figlia dell’autore del libro Iolanda Filocamo, i musicisti Gabriele Trimboli e Domenico Marando, l’editore del libro Franco Pancallo, il vicesindaco del Comune di Magisano Salvatore Tozzo, l’attore e regista Antonio Pittelli, l’esperto in spettacolo Piero Procopio, moderatrice dell’evento la giornalista Maria Patrizia Sanzo.

Il libro è una raccolta di opere che rappresenta circa sessant’anni di storia del secolo scorso: il Novecento (dagli anni venti agli anni ottanta). E’ diviso in tre sezioni: poesie, farse popolari ed appunti sulla vita delle comunità contadine. Le poesie sono raggruppate per tema e introdotte da note critiche, del curatore, che ne esplicano la poetica. Le farse, quasi tutte ispirate al Carnevale, sono spassosissime, e ricche di una sottile satira di protesta e di denuncia, che ne fanno un gioiello, e sono degne di rappresentare il miglior teatro comico leggero. Infine, una serie di appunti, ci offre informazioni dettagliate sulla vita dei contadini e i lavori dei campi, le tradizioni e la vita di paese.

In appendice si trovano poesie scritte per l’autore, da altri poeti, prima e dopo la sua morte, ed una serie di valutazioni e giudizi critici sull’opera, da parte di giornalisti, scrittori, cultori della poesia dialettale e illustri esponenti della cultura letteraria calabrese e non. Tutte le opere di questo libro rappresentano le istanze e i valori positivi dei ceti popolari, la dignità umana e il decoro della sofferenza, della società contadina, come solo le opere in vernacolo sanno fare.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.