Vendite on line: un consiglio ai commercianti di Soverato.

0
1234
immagine: Shopify

Il modo di fare commercio negli ultimi anni è cambiato. Basti vedere la rivoluzione introdotta da Ebay ed Amazon che, sfruttando la diffusione crescente dei dispositivi interconnessi a internet hanno fondato il loro business sull’e-commerce. Fare un sito di e-commerce è una forte tentazione per molti: oggi, grazie al web e ai corrieri è possibile raggiungere, infatti, una clientela potenzialmente mondiale. Si possono vendere online articoli di nicchia oppure di largo consumo, senza fare troppi calcoli sulla posizione del negozio o sugli orari di chiusura e apertura. Perchè allora non provare ad entrare nel mondo dell’e-commerce? Per coloro che ancora sono scettici e non si sentono di investire troppo su questa grande opportunità, è comunque possibile utilizzare servizi online, ovvero software che paghi con noleggio mensile. Ma quali sono i servizi di e-commerce migliori? In realtà ci sono diversi siti che offrono servizi di e-commerce, come Shopify e Add2cart (quest’ultimo è anche in italiano) che permettono una gestione semplice, adatta a tutti e, soprattutto, massima sicurezza per le transazioni monetarie.

Con Shopify oltre al servizio si ottengono un dominio, ovvero il nome del sito sul quale verrete raggiunti dai clienti (es: www.miosito.it) e un hosting, cioè uno spazio per caricare i prodotti per il proprio negozio online; soprattutto, si possono scegliere temi grafici accattivanti già pronti all’uso, che di sicuro sono un dettaglio non trascurabile se si desidera invogliare le persone ad acquistare. E’ inoltre possibile  personalizzare i temi a seconda dei propri gusti. Al momento il sito offre una prova gratuita di 14 giorni; passato questo periodo di prova è possibile scegliere un abbonamento mensile più o meno ricco di funzionalità: si parte dai 14 dollari circa 13 euro (25 prodotti, 1 GB di spazio e il 2% su ogni commissione), per arrivare al piano più costoso, da 179 dollari circa 160 euro, che prevede un numero illimitato di articoli in vendita e nessuna tassa sulle transazioni. Shopify offre servizi di alta qualità e serietà grazie alle collaborazioni strette con i big dei diversi settori: Google Analytics per le statistiche, Shipwire e Amazon per le spedizioni, Paypal per i pagamenti. E’ molto facile lavorare con un negozio online costruito con Shopify: la gestione è molto intuitiva e non serve avere nessuna conoscenza informatica particolare. Dalla dashboard si possono inserire gli articoli (che saranno corredati di fotografia, nome, descrizione, prezzo e disponibilità) riunire i prodotti in collezioni,
istituire promozioni e sconti, scrivere articoli per il blog interno.

Il consiglio che mi sento di dare agli amici commercianti ed artigiani di Soverato è quello di provare ad utilizzare il servizio di e-commerce e di proiettare il loro business oltre i confini territoriali del loro punto vendita. Quello che conta, una volta costruito il proprio e-commerce, è promuoverlo, farlo conoscere e vendere. Non si può pretendere che il negozio, una volta online e operativo cominci a generare profitti da solo; è necessario studiare una strategia di marketing per farsi conoscere, acquisire clienti e mantenerli nel tempo. Esistono diversi canali per ottenere tutto questo, a partire dalle campagne Pay Per Click, su Google o su Facebook, che non solo intercettano persone che cercano già un prodotto specifico (Google), ma spesso riescono a contribuire a generare un bisogno. Questo è particolarmente vero per categorie di prodotti come la bigiotteria o i vestiti: articoli non strettamente necessari, che però possono agganciarsi al desiderio di sentirsi belli. In questo caso Facebook Ads, che consente un’alta profilazione del target, può risultare davvero un ottimo investimento. Stesso discorso per una campagna direct email marketing, che permette di raggiungere target molto selezionati e provare a sollecitarne la curiosità. Insomma è un nuovo modo di fare business e bisogna studiare e capire i meccanismi che ci sono dietro per avere dei risultati ma credo che valga la pena provarci.

Raffaele Scalamandrè

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.