“Altra agricoltura… la Calabria che cambia”: tre giorni di attività al Parco della Biodiversità

0
1291
immagine: iago.com

Da venerdì 16 e fino al 18 ottobre dalle 9.00 alle 18.00 presso il Parco della Biodiversità Mediterranea di Catanzaro, si terrà la manifestazione informativa e divulgativa “Altra agricoltura…la Calabria che cambia” promosso dal Consiglio per la Ricerca in agricoltura e l’analisi dell’Economia Agraria (Crea). L’evento vuole essere uno spazio di condivisione e di sensibilizzazione della popolazione calabrese al nuovo ruolo che oggi gioca l’agricoltura nella società.

L’obiettivo è quello di dibattere circa le best practices attive nel territorio nazionale e internazionale e contestualmente incontrare gli attori locali che interpretano il settore rurale come un sistema in cui – oltre ai beni tipici delle produzioni agricole – si realizzano anche delle esternalità che possono tradursi in beni collettivi (paesaggio, qualità delle acque, biodiversità, cultura e ricreazione). Una manifestazione scientifica ed esperenziale in cui potranno mettersi a confronto saperi e testimonianze delle tante realtà che in Calabria – e non solo – si impegnano quotidianamente a diffondere il giusto equilibrio tra uomo e ambiente, economia e solidarietà.

Sarà una tre giorni ricca di attività animate da tre sedute plenarie, diciotto workshop, presentazioni di libri, spazi dedicati a mostre fotografiche, aree espositive in cui conoscere gli operatori dell’innovazione sociale in agricoltura e una zona meeting, dove esperti e facilitatori di imprese sociali potranno rispondere a domande o curiosità di chi vorrebbe avventurarsi nel variegato mondo dell’economia solidale e in particolare dell’agricoltura sostenibile. Molto vasta anche l’area interessata. Le sedute plenarie infatti, si terranno presso il MUSMI, i workshop presso le aule dell’Istituto Tecnico Agrario “Vittorio Emanuele II” e il Parco delle Giovani Idee e della Legalità. In quest’ultimo spazio verrà esposta la mostra fotografica e la fotografia vincitrice del concorso “Scatti di valore” che ha coinvolto gli studenti degli istituti agrari di Catanzaro e di Cosenza. L’area espositiva, dedicata agli operatori del settore, sarà all’interno del Parco della biodoversità mediterranea, presso la piazza principale. La mobilità tra le aree interessate sarà facilitata dall’istallazione di un info point pronto a rispondere ad ogni esigenza. Per valorizzare e fare conoscere lo spazio naturalistico che accoglierà l’evento, le Guide ambientali del WWF accompagneranno quanti interessati a conoscere le meraviglie del Parco.

La manifestazione catalizza l’attenzione degli addetti ai lavori e degli operatori, ma è dedicata a tutti i cittadini – e in particolare alle giovani generazioni – interessati a conoscere da vicino le buone prassi di sostenibilità sperimentabili e già sperimentate. Accanto a tutto ciò l’evento vuole contribuire positivamente all’idea che la Calabria non è solo un territorio logorato e dissestato o intriso di malaffare e clientele, ma, al contrario, è una terra sulla quale da anni si stanno sperimentando e realizzando pratiche virtuose.

Il progetto – che vede in questo evento il momento finale di un programma di attività scientifiche che ha coinvolto più di cento ospiti, esperti nel settore e una moltitudine di pratiche territoriali e dal basso – è promosso dal già Istituto Nazionale di Economia Agraria, oggi CREA, come soggetto capofila, ma organizzato e realizzato in partnership e in collaborazione con altri centri Universitari (Centro Studi Sviluppo Rurale e il Dipartimento di Ingegneria per l’Ambiente e il Territorio e Ingegneria Chimica (Diatic) dell’UNICAL, Università di Napoli e di Reggio Calabria), l’Arsac, l’Aiab e associazioni (Campo Aperto, Iride – Insoliti sguardi sul mondo, Legambiente). Esso è svolto nell’ambito del progetto “L’agricoltura che non ti aspetti. Seminare saperi, coltivare esperienze, produrre sviluppo” finanziato dal Dipartimento Agricoltura della Regione Calabria a valere sul Piano di Sviluppo Rurale della Regione Calabria 20072013, Misura 111 – Azioni nel campo della formazione professionale e dell’informazione, Azione 3 – Interventi informativi.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.