Estate, primo taglio di capelli al neonato. E i fratellini…

0
607
TAGLIO

L’ultimo arrivato, ormai settemesenne, è nato come il suo fratellone con un casco di capelli scuri in testa. Siamo capelloni di famiglia sia io che mio marito, sì. Ma il piccoletto, già scambiato unanimemente per femminuccia, aveva ormai da un mesetto capelli lunghi e fradici di sudore lungo le spalle, e ciuffo eternamente negli occhi (cosa che non aiutava in presenza dell’odiata secrezione dagli occhietti che abbiamo affrontato e sconfitto due volte tra inverno e primavera, senza per fortuna dover ricorrere al collirio antibiotico e sempre ascoltando il parere del medico).

Primo giorno d’estate: eccoci quindi dal parrucchiere. Con un po’ di anticipo rispetto al rito del primo taglio che di solito si svolge intorno all’anno o anche dopo, quando appaiono i veri capelli, successivi a quelli della nascita. Il parrucchiere è il mio. Quello storico dove mi faccio tagliare i capelli fin da adolescente. Come reagirà il piccolino? Se li farà tagliare? Dovrò usare qualche accorgimento? Di solito se il bimbo è piccolissimo si potrebbe osservare qualche regola, dall’orario all’intrattenimento alla predisposizione del parrucchiere nel “trattare” i bimbi piccoli, per i quali vi rimando agli ottimi spunti e consigli di pianetamamma.it Consigli che riguardano anche i tagli successivi dei bimbi.

Nel nostro caso io – che ovviamente non ho rinunciato al mio taglio e piega nello stesso appuntamento – e Piccoletto ce la siamo cavata molto bene. Lui si è fatto tagliare la criniera strabordante seduto sulle mie ginocchia. Ovviamente avevo qualche difficoltà nel fargli voltare la testa a comando ma in questo è stato bravissimo Cosimo, il parrucchiere, che ha abilmente girato lui intorno al bambino fino a ottenere un taglio wow…non troppo corto e con un accenno di cresta da gallettino! Poi Cosimo è passato al mio taglio, mentre la mitica Maria Rosaria mi teneva gentilmente in braccio Piccoletto, che ho poi ho ripreso sulle ginocchia mentre mi facevano shampoo e piega. Unica cosa che mi è dispiaciuta: nell’emozione da prima volta ho dimenticato di raccogliere una ciocca delle sue chiome da conservare per ricordare questo momento! La grande massa di capelli finiti a terra, infatti, è stata rimossa all’istante dall’efficientissimo Aurelio mentre io mi distraevo. Mi dovrò quindi accontentare della foto scattata subito dopo il taglio.

Piccoletto è il primo dei quattro figli ad avere il privilegio di un “first cut” professionale. Gli altri infatti le prime volte sono passati sotto le forbici del papà (immancabili le foto del primo compleanno con cortissime frange da frate se non proprio storte!) o della nonna materna, che con Little Prince ha addirittura agito di nascosto perché “il bambino aveva caldo… ma comunque non sono stata io!”. Essere l’ultimo di quattro figli avrà indubbiamente degli svantaggi, ma almeno per questa volta Piccoletto è stato favorito!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

*