La storia di Orlando su tutti i media nazionali. Continuiamo ad aiutarlo! Appuntamento oggi pomeriggio…

0
1599

Ha fatto il giro dei media nazionali, ieri, la storia di Orlando Fratto, trentacinquenne affetto da sarcoma all’addome, volato a New York  per una costosa operazione chirurgica salva-vita. Un traguardo raggiunto grazie alla generosità dell’intera comunità del soveratese, della regione Calabria, dei donatori italiani e stranieri commossi dalla sua vicenda, di chi tra le istituzioni si è attivato con enormi sforzi e tra le associazioni  ha raccolto instancabilmente fondi per aiutare il ragazzo. A Orlando in Italia non erano state date speranze di sopravvivenza, ma lui e la sua famiglia hanno continuato a sperare dopo aver saputo, cercando on line, dell’innovativa tecnica chirurgica di rimozione dei sarcomi estesi sperimentata dal chirurgo nippoamericano Kato Tomoaki della Columbia University Medical Center di New York. Dal Tg5 ai grandi quotidiani come Il Corriere della Sera e Il Messaggero, Il Giornale e Avvenire sono tante le testate che si sono occupate della storia di Orlando, soprannominato “il Guerriero” per la sua determinazione a vincere la sua lotta per la vita, raccomandando di continuare a donare in modo da permettere al giovane di ricevere le prestazioni mediche post-operatorie e completare la cura (guarda sopra il video con le notizie e gli aggiornamenti corretti). E per oggi pomeriggio sono attese in piazza Maria Ausiliatrice le telecamere di Rai 1!

Tutte le informazioni e i dettagli sui costi lievitati rispetto ai circa 300 mila euro inizialmente preventivate dal Presbiterian Hospital di New York per la sola operazione, sono elencati con precisione dall’Associazione Orlando Il Guerriero sull’omonima pagina facebook gestita dalla onlus voluta dalla famiglia di Orlando. Per chiarezza la famiglia spiega che mancano ancora 100 mila euro per saldare il costo dell’intervento chirurgico, mentre si è ancora in attesa del preventivo per chemioterapia e/o eventuali altre cure, per i due noduli polmonari oltre che per il sarcoma. Nell’attesa delle decisioni dei medici sui trattamenti necessari, all’esito della ripresa dalla lunghissima operazione subita da Orlando venerdì scorso, Orlando dovrà rimanere a New York nutrito per via endovenosa, con notevoli costi-extra quotidiani.

“Abbiamo tanto bisogno di aiuto, vi preghiamo di continuare a sostenerci!” è l’appello della famiglia formata dall’infaticabile mamma Cosmina che a salvare suo figlio ci ha creduto fino in fondo dall’inizio, papà Antonio e i tre giovani fratelli Francesco, Luna e Angela con i rispettivi compagni, che da mesi si danno da fare in ogni modo per aiutare il fratello a continuare a vivere e realizzare tutti i suoi sogni di ragazzo che ama la vita, il lavoro, la famiglia e la sua terra. E a proposito di attenzione mediatica finalmente accesa sulla storia di Orlando a livello nazionale, che può essere utile a favorire le donazioni, oggi pomeriggio in piazza Maria Ausiliatrice arriverà la trupe di La vita in diretta di Rai 1 per un servizio sulla vicenda. La cittadinanza tutta è invitata a partecipare per sostenere Orlando il Guerriero!

Teresa Pittelli

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.