Oltre le sbarre: il carcere visto da un agente di polizia penitenziaria. Un romanzo-verità tutto da scoprire

0
2464

oltre le sbarreOltre le Sbarre, un auspicio che si fa libro. Un romanzo autobiografico scritto dall’agente di polizia penitenziaria Dario Esposito e pubblicato dalla Falco Editore, che sarà presentato venerdì 30 ottobre a Lamezia Terme alle 17.30, alla biblioteca comunale di Palazzo Nicotera. Si avvertiva il bisogno di un’altra opera letteraria sugli scaffali? Evidentemente si.  Carcere, vita in sezione, grate alle finestre, servizi speciali ed operativi della Penitenziaria, un pugno nello stomaco all’ombra che vuole avvolte nel mistero le giornate del mondo detentivo. Già perché quel che emerge subito è un grido, un appello, un’esortazione: superare le sbarre del pregiudizio per afferrare la verità sfuggente, un obiettivo che l’autore cerca in punta di piedi, attento a non far rumore, mettendo in risalto debolezze, paure e fragilità.

Un’occasione unica: un addetto ai lavori che si mette a nudo,  svela gioie e amarezze rincorse – col fiato in gola – fra evasioni,  risse,  notizie di cronaca e un amore finalmente raggiunto. Sfogliando le pagine  sembra quasi d’indossare anfibi e mimetica: raggiungere un maxibunker per un processo ad alto rischio, sorvegliare un  detenuto che poco prima ha cercato di uccidersi, provare a gestire i sussulti dell’animo che vacilla fra Dentro e Fuori. Il romanzo vede, solo in apparenza, l’autore come protagonista. In realtà non fa che da microfono alle tante vicende simili degli operatori penitenziari senza dimenticare, qui sta il pregio, di raccontare la varia umanità della popolazione detenuta. Già: non ci sono dita puntate né barricate, è un venir fuori di emozioni e sentimenti propri a tutti gli esseri viventi in quanto tali.

Del resto l’ottima prefazione di Gianfranco De Gesù, dirigente generale amministrazione Penitenziaria, è  una chiara guida alla lettura: l’uomo è al centro di tutto così come la sua nemesi, il pregiudizio. Un pregiudizio che stringe e tortura i pensieri di chi indossa il basco azzurro o di chi, a qualsiasi titolo, si vede crocifisso senza alcuna colpa. C’è questo e molto altro dietro la copertina che ritrae un’immagine gentilmente concessa dal celebre fotografo Raffaele Montepaone“Oltre le Sbarre- le carceri italiane viste da un giovane agente penitenziario” , un libro da scoprire insieme.

(r.e.)

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.