Salesiani&Soverato: tutto quello che avreste voluto sapere…in un dvd!

0
1162

Locandina salesianiIl primo documento storico-narrativo sull’arrivo e sull’opera dei salesiani a Soverato (Cz). Un’opera unica e di capitale importanza per la storia e l’identità della città, scritta da Antonio Pellegrino, professore di lettere, che sarà presentata sabato 12 dicembre alle 10:30 nel salone Don Pilla dell’istituto salesiano di Soverato. L’iniziativa è promossa dall’associazione SoveratIncanto presieduta da Antonio Chiaravalloti, associazione che ieri sera ha tenuto una conferenza stampa di presentazione dell’evento. Ad aprire l’incontro la vicepresidente di SoveratIncanto Fabrizia Caridi, che ha ringraziato don Gino Martucci, direttore dell’istituto salesiano, per aver collaborato all’iniziativa con molta attenzione e disponibilità.

“Sull’arrivo dei salesiani a Soverato e sulla loro storia ci avevo fatto la tesi, un documento scientifico che avevo sempre voluto trasformare in qualcosa di più affascinante e divulgativo, arricchendola con le testimonianze di ex allievi e oratoriani. Grazie al sostegno di SoveratIncanto è quello che ho fatto”, ha spiegato Pellegrino, anticipando che l’opera, in power point con immagini dal 1908 ai nostri giorni, è una storia che si interseca con quella della città, che se può dirsi tale lo deve soprattutto ai salesiani. “I salesiani hanno inciso fortemente sui costumi, sull’educazione, sulla cultura della cittadina, e non solo per la scuola che non era abbordabile da tutti, ma per l’oratorio che ha permesso a generazioni di ragazzi di fare teatro, sport, corsi di studio pomeridiani, solo per fare qualche esempio”, ha proseguito l’autore. Qualche dato? Il campo di basket c’era già nel 1930, la scuola elementare nel ’29, il passaggio di consegne tra il podestà e l’autorità americana occupante nel ’43 fu fatto dai salesiani, così come furono gli allievi salesiani in divisa ad accogliere, di passaggio, il re; tutti i sindaci di Soverato (eccetto l’attuale, Ernesto Alecci, che viene dallo scientifico) sono ex allievi salesiani, e si potrebbe continuare per molto.

Un’opera formativa/educativa pienamente colta nel dvd, che Pellegrino si augura arrivi ai ragazzi. “Ora il nostro primato non è più avere per primi il campo di basket, i tempi sono cambiati così come la scuola, ma oltre all’intelligenza cognitiva e alle nozioni c’è un’intelligenza del cuore e degli affetti che noi sviluppiamo nei nostri ragazzi”, ha osservato don Gino, immaginando un futuro con nuovi progetti per la famiglia salesiana, dal volontariato in carcere alla casa-famiglia, un futuro che comunque “profumerà delle radici che abbiamo saputo piantare oggi, in questa generazione figlia del cambiamento”. A parlare dell’opera, sabato, ci saranno relatori che hanno rappresentato la storia dell’istituzione scolastica soveratese, come Gerardo Pagano e Ulderico Nisticò, insieme a Giuseppe Trebisacce, ordinario di storia della pedagogia all’Unical. A coordinare i lavori la giornalista Teresa Pittelli.

(r.e.)

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.