Soverato, il Corso cambia volto? Finalmente accessibile a tutti?

0
1658
comune soverato
Palazzo del Comune di Soverato

Corso Umberto finalmente accessibile alle carrozzelle, ai genitori con bimbi piccoli, ai disabili e agli anziani, insomma a tutte quelle categorie che da tantissimi anni fanno fatica a barcamenarsi tra marciapiedi stretti e scoscesi e barriere architettoniche? Questo è l’obiettivo. Sul se e come e quando sarà eventualmente realizzato, se ne saprà di più domani alle 12 in sala giunta del Comune, dove il sindaco Ernesto Alecci e l’assessore ai lavori pubblici e urbanistica Daniele Vacca hanno indetto una conferenza per presentare il concorso di idee per la “Riqualificazione del corso “Umberto I”, Piazza Maria Ausiliatrice e aree adiacenti”.

Non solo il corso, arteria principale della cittadina insieme al lungomare, dunque, ma anche la storica piazzetta Maria Ausiliatrice e le aree intorno. Un progetto ambizioso, del quale si parla da molto tempo senza che mai si sia riuscito a porre veramente mano all’assetto urbano in maniera risolutiva. “L’avvio di un nuovo percorso mira a un dibattito partecipativo sulla città; una vision strategica all’interno di un processo di azioni mirate al recupero e allo sviluppo di parti di città per realizzare spazi urbani vivibili e innescare al contempo nuove potenzialità finalizzate anche al rilancio dell’economia”, annuncia il comunicato stampa firmato da Alecci e Vacca.

“A questo proposito si è inteso promuovere un concorso di architettura mirato alla riqualificazione del corso principale di Soverato e delle aree adiacenti verso il lungomare (piazze e vie), per raccogliere soluzioni progettuali di qualità, promuovere cultura e senso del valore architettonico e urbano. La finalità dell’ente è quella di avere una partecipazione più ampia possibile e qualificata, con l’obiettivo di poter evidenziare successivamente i risultati ottenuti aprendo un confronto pubblico con la cittadinanza”, conclude la nota degli amministratori, che invitano chiunque fosse interessato a partecipare a un dibattito atteso da tanto.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.