Soverato, la quindicenne Bruna Natale vince il concorso regionale per “giornalisti in erba”.

0
2728
bruna

Sono il Liceo Scientifico A. Guarasci di Soverato e la sua giovanissima alunna Bruna Natale, 15 anni, residente a Satriano Marina, i vincitori della III edizione del concorso Voce ai giovani giornalisti indetto dalla testata regionale Il tiraccio – voce ai giovani. Il progetto, rivolto a titolo gratuito agli studenti delle scuole di primo e secondo grado, ha avuto il patrocinio gratuito dell’Ordine dei giornalisti Calabria, dell’Ufficio Scolastico Regionale, della Consolidal e della Regione Calabria, oltre a un piccolo contributo per l’acquisto di uno dei premi da parte della Fidapa.

“E’ sempre più pressante l’esigenza di avvicinare i giovani alla comunicazione ed al giornalismo, soprattutto in una regione come la nostra spesso tristemente tra le ultime nella classifica di lettori di giornali, spingendoli  a conoscere in modo critico e obiettivo i problemi e i punti di forza del nostro territorio. E’ stato bello vedere in ragazzi così giovani l’entusiasmo e la passione per il giornalismo”, ha commentato Claudia De Fazio, direttrice del settimanale promotore e referente del progetto. “Per questi motivi non abbiamo avuto dubbi – ha sottolineato Fazio – al momento di riproporre il concorso per la terza volta”.  All’iniziativa hanno aderito istituti di tutte le province della Calabria inviando numerosissimi articoli, interviste, foto-notizie, ed altri lavori. I documenti sono stati pubblicati sul sito della testata per essere visionati e votati da tutti coloro che li hanno ritenuti di loro gradimento.

Ogni alunno aveva la possibilità di partecipare con più lavori. Il Liceo Guarasci, che ha partecipato con 12 alunni coordinati dalla professoressa Ornella Ieropoli, è stato l’istituto più votato con 40 mila voti circa, di cui oltre 32.000 ricevuti da Bruna Natale, frequentante la classe II E, che è risultata l’alunna più votata di tutto il concorso con nove articoli pubblicati, nei quali ha raccontato esperienze vissute come ad esempio le Giornate di Primavera del Fai di Catanzaro o il Carnevale satrianese o le riprese dello show Italia’s got talent, oppure particolari eventi organizzati dagli studenti del suo istituto come la rappresentazione teatrale L’ippogrifo sa volare e infine non è mancato un suo omaggio alla Calabria che produce, dedicando un articolo al Pastificio Stingi di Serra San Bruno il cui proprietario, Michele Stingi, è stato premiato da Valeria Marini alla XVI edizione della “Calabria che lavora” come “Imprenditore giovane dell’anno 2015”.

Nella cerimonia di premiazione, avvenuta nella sala La Bouvette del Palazzo della Provincia di Catanzaro mercoledì 18 Maggio, Il Presidente dell’Ordine dei giornalisti Calabria Giuseppe Soluri con la direttrice Claudia De Fazio hanno consegnato alla professoressa Ieropoli, in rappresentanza dell’istituto scolastico, un defribillatore, e alla “giornalista in erba” Bruna Natale un computer portatile. Grande la soddisfazione del preside Vincenzo Gallelli e della professoressa Ieropoli che hanno ringraziato i loro alunni per il prestigioso e meritato successo raggiunto. “Ringrazio la professoressa Ieropoli che ci ha seguiti quotidianamente dandoci ottimi consigli per perfezionare il lavoro. Il progetto è stato interessante perché mi ha insegnato che prima di scrivere ci si deve documentare accuratamente e in particolare è stato bellissimo esprimere le proprie opinioni scrivendo. In futuro mi piacerebbe continuare a scrivere anche se i miei progetti al momento sono quelli di studiare giurisprudenza – racconta una raggiante Bruna Natale a L’Esuberante.it – con l’idea di fare il magistrato”.

Saverio Fontana

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.