Soverato, “trasloco” Madonna Portosalvo e messe all’orto botanico. Novità estive dalla parrocchia.

1
2589
portosalvo
Foto Oreste Montebello

Novità confermate per la festa della Madonna di Portosalvo che quest’anno cade il prossimo 14 agosto. Il Comitato festa Madonna di Portosalvo, la tradizionale celebrazione religiosa e al tempo stesso popolare da sempre legata in maniera identitaria alla città di Soverato, ha deciso per il trasloco delle celebrazioni dalla piazzetta antistante la chiesa di Portosalvo a piazza Maria Ausiliatrice. A darne conferma, parlando con l’esuberante.it, è lo stesso don Gino Martucci, direttore dell’istituto salesiano. Don Gino fa presente che seguiranno a brevissimo comunicazioni ufficiali, non appena il parroco, don Pasquale Rondinelli, farà ritorno dalla sua settimana di esercizi spirituali appena cominciata. In ogni caso il dado è tratto: il triduo che precede la festa della Madonna di Portosalvo, la madonna “dei pescatori” cara da più di un secolo ai soveratesi, sarà spostato dalla tradizionale zona antistante l’omonima chiesina per approdare in piazza Maria Ausiliatrice. Qui saranno allestite, davanti alla chiesa parrocchiale, le celebrazioni religiose davanti alla statua della Madonna, dal triduo che precede la domenica di festa agli altri momenti di preghiera.

Don Martucci ieri ha anche annunciato alla comunità parrocchiale un’altra novità: accanto alle messe che dal prossimo 10 luglio seguiranno il nuovo orario estivo, quindi quelle del mattino (7.30 e 9.30) e della sera (19 e 21) in parrocchia, se ne aggiungerà un’altra particolarmente suggestiva, che sarà celebrata alle 20 all’aperto nell’orto botanico. Un’iniziativa che servirà ad “avvicinare” la parrocchia alla popolazione che abita nella parte alta della città, celebrando la messa nel panoramico scenario dell’orto botanico, grazie anche all’intesa raggiunta tra l’opera salesiana e il sindaco, Ernesto Alecci.

E tornando allo spostamento della Madonna in piazza Ausiliatrice, spostamento che a quanto si apprende terrebbe salva la tradizionalissima “uscita” della statua dalla sua chiesetta di Portosalvo la domenica di festa, prima della processione a mare, in città è già scoppiato il caso. Le ragioni alla base della decisione del comitato festa, ragioni che saranno spiegate in dettaglio nei prossimi giorni, hanno anche tratto spunto dalla richiesta di tre commercianti di via 1° maggio, i quali a quanto risulta hanno proposto una diversa collocazione del grande palco, teatro l’anno scorso anche dei festeggiamenti civili. La richiesta dei commercianti andava semplicemente nel senso dello spostamento di pochi metri, magari in via S. Martino dove il palco è sempre stato, per evitare disagi nell’accedere ai negozi della loro area, con ulteriori cali di vendite già caratteristici del settore. Una richiesta presa in considerazione dal comitato festa che però – sulla scorta anche di altre valutazioni di vario ordine – ha optato per il trasloco in parrocchia.

“La Madonna viene spostata di soli trecento metri, per essere celebrata in parrocchia come già succedeva con don Italo”, osserva qualcuno dalle parti del comitato. Ma in città si è già acceso il “caso”, con un vivace dibattito sui social network dove in molti esprimono disappunto, se non indignazione, per il cambio di sede della statua della Madonna. “Sono profondamente amareggiato, forse è ora di finirla con palchi, nani e ballerine e tornare all’essenzialità religiosa della festa”, attacca l’ex presidente della pro loco Franco Cervadoro in un post su facebook che sta suscitando decine e decine di commenti quasi tutti dello stesso tenore. “Non mi sembra corretto stravolgere una festa che dal 1906 è una tradizione dei pescatori e dei soveratesi. La madonnina sta bene nella sua chiesetta: penso che l’opinione pubblica debba farsi sentire”, dice Rita Destito esprimendo un pensiero comune a molti commentatori. Tra questi ci sono anche altri commercianti della zona S. Martino. che contestano la scelta asserendo che loro invece, senza l’afflusso dei tanti devoti e visitatori nei tre giorni clou di festa, ci perderanno. Insomma, a Soverato è scoppiato anche “il caso” Madonna di Portosalvo. E si vedrà se i chiarimenti in arrivo dal comitato serviranno a farlo rientrare.

Teresa Pittelli

1 COMMENT

  1. La madonna deve rimanere nella sua chiesetta, non e’ crollata la chiesetta, non e’ successo una calamita’ per lo spostamento, non e’ successo niente di niente. Maaaaa a chi e’ venuta questa idea geniale, bravo allo genio. Arturo Abruzzo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.