Soverato vecchia: Tar respinge richiesta sospensiva, proseguono i lavori.

0
1338

Niente sospensiva sui lavori di recupero del sito archeologico di Soverato antica, attualmente in corso. La società aggiudicataria dell’appalto dei lavori di “completamento degli interventi di archeologia-recupero”, la Nisca di Cotronei (Kr) potrà quindi proseguire. E’ quanto stabilito dai giudici amministrativi catanzaresi all’esito dell’udienza camerale del 19 gennaio scorso. Il Tar Calabria, recependo uno dei motivi di inammissibilità sollevati dall’avvocato Giovanni Caridi, difensore del Comune di Soverato, ha rigettato la richiesta di sospensione del provvedimento di aggiudicazione definitiva dell’appalto dei lavori, presentata dalla ditta del ricorrente, architetto Fabrizio Vito Paparazzo.

Fissata al 23 marzo prossimo, invece, l’udienza di merito. La vicenda trae origine dalla decisione assunta dalla commissione di gara del Comune di escludere dalla procedura una delle ditte partecipanti, trovandosi il legale rappresentante in una situazione di incompatibilità essendo lo stesso dipendente dell’ente comunale. L’esclusione della ditta incompatibile, prevista espressamente dalle norme in materia di pubblico impiego e dal codice di comportamento dei dipendenti dell’ente, ha a avuto come conseguenza la necessità di procedere a un nuovo calcolo, all’esito del quale l’aggiudicatario in via provvisoria non era più la ditta Paparazzo, ma la Nisca S.r.l.. che ha prestato miglior offerta valida con ribasso del 33,777%. Secondo l’avvocato Caridi dal tenore dell’ordinanza il Comune potrebbe essere ottimista sull’esito del giudizio di merito, stante la mancata impugnazione da parte del ricorrente del provvedimento di esclusione.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.