Estate a Soverato finita? Non per i windsurfer. E ora sono le donne a rubare la scena…

0
2838
windsurfers
Beatrice e Francesca Gallelli
Beatrice e Francesca Gallelli

In questa estate ormai agli sgoccioli le spiagge di Soverato sono state sorprese dalla presenza di alcune surf girls, che insieme ai leggendari windsurfisti della zona, hanno colorato la baia dell’Ippocampo con le loro vele. Sono stati tre mesi intensi per le sorelle Francesca e Beatrice, figlie del riconosciuto velista Gigi Gallelli, che da sempre le ha incoraggiate a fare sport acquatici. “Da piccola mi sono buttata sul laser, ma negli ultimi anni ho conosciuto il windsurf e me ne sono innamorata alla pazzia – racconta Beatrice – a maggio ho comprato l’attrezzatura e subito dopo ho iniziato da autodidatta a imparare tutte le tecniche della disciplina”. Così quest’estate, insieme a sua sorella, han attirato molti sguardi dalle parti del Circolo Velico, perché non è frequente vedere ragazze surfare.

Sembra che la maledizione “molto vento e poco surf” che caratterizza Soverato abbia trovato una tregua con il loro arrivo pieno di entusiasmo e freschezza, anche se solo per l’estate. Francesca fa il notaio a Bologna e ha già espresso il suo amore per il mare e la voglia, chissà, di trasferirsi un giorno a Soverato. Beatrice vive invece a Venezia. Ed è altrettanto tentata di tornare, avida di avventure in acqua, dopo i racconti dei mitici surfisti Antonio Sabatino e Antonio Seminaroti che assicurano che d’inverno si divertono di più a mare perché il vento è costante e ci sono più onde.

Natasha
Natasha

Nel novero delle surfer c’è anche Natasha, una ragazza straniera residente a Soverato che già da un paio d’anni fa parte del gruppo di windsurfisti. “Vedere gente al largo a praticare sport ti coinvolge e spinge a buttarti”, dice Beatrice. E chissà se spronati dalla surf-mania che sta tornando a serpeggiare, anche altri ragazzi e ragazze del territorio non si decidano a sconfiggere il vento e planare le onde come una volta.

La vela è un altro sport che una volta rappresentava la città, anche grazie ai progetti di vela-scuola che Gigi Gallelli aveva provato a infondere anni fa, quando era direttore sportivo del Circolo Velico. Ora sono i giovani a voler prendere in mano la situazione, con l’obiettivo di potenziare le strutture per accogliere gli sport acquatici tutto l’anno a Soverato e diffondere la loro conoscenza sul territorio, anche a beneficio del suo interesse turistico.

Beatrice Gallelli
Beatrice planando

“Oggi è stato stupendo perché ho planato per la prima volta –racconta elettrizzata Beatrice- Ma io non plano, volo”. Quell’ entusiasmo e adrenalina hanno convinto anche l’appassionata di laser Elisa Rivaschiera, che da oggi proverà anche col windsurf. “L’attrezzatura te la prestiamo noi”, l’incoraggia la squadra, perché loro ci sono sempre per chi vuole imparare e mantenere vivo lo spettacolo di una Soverato piena di vele a largo del suo mare. E forse l’estate è finita per i comuni mortali che amareggiati sono tornati ai loro posti di lavoro altrove, ma per gli amanti del mare la stagione non finisce qui, anzi, continua…

Isabelle Nieto

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.