Rischio sismico, Girifalco ottiene contributo per indagini di microzonazione

0
1563
elisabetta ferraina girifalco
Elisabetta Ferraina

Parlare di sicurezza e prevenzione del rischio sismico in questi giorni è davvero importante. Ma parlarne non basta. Bisogna agire. Intervenire e, soprattutto, prevenire. Per questo motivo è importante sottolineare come il Comune di Girifalco ha, nelle scorse settimane, ottenuto un contributo per indagini di microzonazione sismica livello 1.

Si tratta, nello specifico, di un contributo ottenuto dal Comune dalla Regione Calabria pari a 17mila 250 euro, il 75% dell’importo complessivo (23mila euro) degli studi a carico della Regione. La restante quota di 5mila 750 euro, pari al 25% dell’importo complessivo è a carico del Comune. La procedura è stata seguita dal presidente del Consiglio Comunale, Elisabetta Ferraina, che, per formazione professionale e sensibilità culturale, ha, sin dall’insediamento di questa amministrazione, mostrato particolare attenzione alle problematiche connesse all’edilizia scolastica, si ricordi nel luglio 2015 l’ottenimento del contributo efficientamento energetico per le scuole medie. Monitorando, poi, l’adesione del Comune di Girifalco all’avviso pubblico per il finanziamento in favore di enti locali per indagini diagnostiche dei solai degli edifici scolastici pubblici.

Ora con le indagini di microzonazione sismica sempre seguite dal presidente Ferraina, l’amministrazione comunale compie un’ulteriore passo in avanti. Si tratta, infatti, di un’operazione particolarmente importante che assume, soprattutto in questi giorni, una valenza strategica. La microzonazione sismica (MS) è, infatti, la suddivisione dettagliata del territorio in base al comportamento del terreno durante il terremoto. Il prodotto principale di uno studio di MS è una mappa in cui sono perimetrate in dettaglio le varie zone del territorio caratterizzate dal diverso comportamento e dai possibili effetti ambientali in caso di terremoto: all’interno di ogni zona la risposta sismica è omogenea.

Sperando che drammi come quelli accaduti nel Centro Italia lo scorso 24 agosto non accadano più, è giusto ed opportuno seguire studi e analisi tali da prevenire fenomeni che, troppo spesso, colpiscono il nostro Paese lasciando segni indelebili nelle vite e nel territorio.

L’attenzione dell’amministrazione comunale resta alta anche sul fronte della solidarietà dedicata alle popolazioni colpite dal terremoto nel Centro Italia. Il presidente del Consiglio, Elisabetta Ferraina, ha, nei giorni scorsi, nuovamente incontrato i rappresentanti delle associazioni, a partire dalla Prociv e dal distaccamento dei Vigili del Fuoco di Girifalco che coadiuvate dalle altre tre associazioni che fanno riferimento a strutture nazionali (Proloco, Legambiente e Avis) stanno facendo da ponte con il Centro Italia. Insieme sono state definite le prossime iniziative da promuovere ed il cui ricavato sarà devoluto ai paesi interessati dal sisma.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.