Da Carlo Greppi ai documentari, le iniziative Anpi Soverato per la Giornata della Memoria

0
1946

La memoria attiva è non solo ricordare ma anche trarre insegnamento nella nostra vita di ogni giorno della terribile lezione della storia. Per non dimenticare L’Olocausto, che causò oltre 15 milioni di morti in pochi anni tra persone indesiderate alla dottrina nazi-fascista: prigionieri di guerra, gruppi etnici, testimoni di Geova, omosessuali, malati di mente, portatori di handicap, rom, oppositori politici, partigiani e staffette, sindacalisti, lavoratori scioperanti e persino sacerdoti. Tra questi, oltre 6 milioni di ebrei di ogni sesso ed età. Ecco perché si celebra la Giornata della Memoria il 27 gennaio di ogni anno; che non è un giorno di festa, ma un momento di raccoglimento, di riflessione, di ricordo e di studio. Insieme dobbiamo trarne l’insegnamento di essere cittadini consapevoli per esprime con forza il nostro “mai più”.

Non possiamo e non vogliamo dimenticare. Ricordare non solo per capire i pericoli e riconoscere le ingiustizie, ma per combatterli, uniti da un vincolo di solidarietà verso mete di pace, di uguaglianza, di libertà e di giustizia. Sconfiggere l’indifferenza e combatterla, che è stata la causa principale grazie alla quale è stato possibile il ventennio nazi-fascista. La storia ci impone a non restare indifferenti alle tragedie di oggi, alle grandi masse di popolo che fuggono dalle persecuzioni delle guerre, dalla fame e dalla schiavitù, che si spostano semplicemente in cerca di pace e libertà.  Nell’ambito delle iniziative provinciali, quattro le iniziative organizzate dalla Sezione Anpi (Associazione Nazionale Partigiani d’Italia) di Soverato per la “Giornata della Memoria.”

Lunedì 18 gennaio ore 9.30, con la collaborazione del Comune di Soverato, al Teatro Comunale di Soverato incontro degli studenti di Soverato con Carlo Greppi, dottore di ricerca in studi storici e collaboratore di Rai Storia. Membro del comitato scientifico piemontese per la storia della Resistenza. Organizza da diversi anni viaggi della memoria e di istruzione con i quali ha accompagnato tantissimi studenti ad Auschwitz.

Lunedì 18 gennaio ore 17.30 alla libreria Non ci resta che leggere di Soverato, presentazione del libro: Non restare indietro. Sarà presente l’autore, Carlo Greppi. Per migliaia di ragazzi il viaggio ad Auschwitz è un vero e proprio romanzo di formazione. Ecco la storia di Francesco, che gioca a calcio, parla poco, vorrebbe non partire e non ammetterebbe mai di avere paura.

Sabato 23 gennaio ore 11.00 le terze classi dell’Istituto Comprensivo “U. Foscolo” saranno in video collegamento con Giuseppe Valota, Presidente Aned (Associazione nazionale Ex deportati) di Sesto San Giovanni, figlio di Guido Valota, lavoratore della Breda che negli scioperi di marzo 1944 fu prelevato (insieme a più di 500 lavoratori) dai nazi-fascisti e deportato al campo di concentramento di Mauthausen. Guido perse la vita tra il 5 e il 6 aprile durante la “marcia della morte.” Giuseppe Valota, solo nel 2008 è riuscito a trovare i resti di suo padre.

Mercoledì 27 gennaio ore 18.30 alla libreria “Non ci resta che leggere” di Soverato, proiezione del film Train de vie – Un treno per vivere. Mercoledì mattina, inoltre, all’Istituto  U. Foscolo alle ore 9 i ragazzi delle terze assisteranno al documentario Meditate che questo è stato (messo a disposizione della sezione ANPI)  la quale il sottoscritto si sottoporrà alle domande e riflessioni degli alunni.
Fausto Pettinato
(Presidente Sezione ANPI Soverato)

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.